28 luglio 2008

un mondo di parole




le mie letture estive

proust era un neuroscienziato

di johan lehrer

cartografia morale
di giorgio mangani

le vie dei canti
di bruce chatwin

collezione di sabbia

di italo calvino

le mappe mentali e le relazioni personali

di tony buzan

come nascono le idee
di edoardo boncinelli

7 commenti:

Anonimo ha detto...

il libro di buzan e' una vera porcheria!

Luca ha detto...

Guarda... io non ho letto Buzan, ma La mappa non è il territorio di G. Bruno sì, e mi è piaciuto un sacco. Complimenti per il blog, anch'io sto diventanto un provetto "mappatore".

roberta buzzacchino ha detto...

gentile anonimo

in questi giorni sto leggendo il libro di buzan che ho inserito nella lista delle letture estive

rispetto ai suoi precedenti libri
lo trovo abbastanza scontato: è evidente che è una mera operazione di marketing

il motivo per cui l'ho comprato è che mi interessava non tanto il testo lineare, ma l'inserto a colori delle mappe!

è raro trovare delle mappe mentali ben realizzate da cui imparare per migliorare

il disegnatore alan burton, che realizza le mappe per buzan, è uno dei miei preferiti insieme a vanda northon

le mappe pubblicate nei primi libri di buzan sono veramente istruttive e io ho imparato a farle copiando quelle !!

penso che operazioni di marketing come queste siano molto frequenti: una cara amica stimatrice di isabel allende è rimasta delusa dal suo ultimo libro...

secondo me l'importante è leggere anche per sviluppare il proprio senso critico e...come insegna lo zen... "superare il maestro" ;)!

ciao
r

p.s.
hai qualche libro da consigliarmi?

Anonimo ha detto...

Ho letto recentemente "Contro l'architettura" di Franco La Cecla. Non male. Lo consiglio.

roberta buzzacchino ha detto...

ciao luca

grazie per i complimenti ;)

il libro di g.bruno non lo conoscevo,
grazie per la segnalazione!

r

Serena ha detto...

Cara Roberta,
ti seguo da un pò di mesi e da qualche tempo ti ho inserita nei link sul mio blog. Tramite ecommerce Feltrinelli ho acquistato il libro di Buzan "Mappe mentali" e anche quello di Boncinelli. Sono solo all'inizio ma sembrano interessanti! Il libro di Chatwin invece già lo possedevo (un prezioso regalo) ed è in lettura anche quello :-)
Tu per caso utilizzi il sw di Buzan per produrre le tue mappe o le disegni tutte a mano? Perchè ho scaricato la versione trial e sembra ben fatto...
Un caro saluto,
Serena

roberta buzzacchino ha detto...

cara serena

in questo periodo non utilizzo molto i software per realizzare le mappe, ma tra un pò proverò quello di buzan...sono curiosa di vedere com'è...ti farò sapere

ho fatto un giro nel tuo blog !
bello il tuo post del 7 agosto
anche io adoro il programma
Passepartout condotto con stile, intelligenza ed ironia da philippe daverio

a presto
r