20 maggio 2010

il quaderno dei miei sogni

l'ho sempre desiderato, immaginato
sapevo che prima o poi l'avrei tenuto tra le mani
e finalmente ieri l'ho trovato

è Rigolo un quaderno bellissimo
disegnato e progettato da Denis Guidone,
vincitore del "Premio Nazionale Bruno Munari"
per Fabriano Boutique



a prima vista potrebbe sembrare
un classico quaderno a righe



e invece se si guarda bene, ad un certo punto,
le righe cominciano a "muoversi"



nascono così incroci inaspettati, paesaggi tipografici
che sovvertono le regole di una quaderno tradizionale
per lasciare spazio all'immaginazione



ma c'è di più, il foglio si allunga
così si può scrivere su un rigo "super" lungo



e poi i fogli da una parte hanno le righe
dall'altra sono completamente bianchi
per scrivere sia in lineare che in radiale !!



ah ! se avessi avuto questo quaderno alle scuole elementari
sarei stata molto più felice di spaziare in libertà !

chi lo ha creato ne parla così

C'è qualcosa di irresistibilmente poetico nell'osservare i quaderni dei bimbi che muovono i primi passi nella scrittura; vige un meraviglioso disordine. In Rigolo, gli errori disegneranno i nostri pensieri... liberi di sbagliare, giorno dopo giorno, da capo"

Denis Guidone



questi altri commenti

Se anche a scuola i bambini potessero scrivere su Rigolo si divertirebbero a comporre pensieri originali seguendo percorsi fantasiosi
Beba Restelli

La creatività della mente spesso percorre strade impreviste. Offrendo alla mente percorsi alternativi si possono creare dialoghi infiniti
Elena Fontanella

Accade talvoltà che il desiderio di ribellarsi alle strettoie della disciplina scolastica possa anche produrre dei risultati positivi. Ne abbiamo un interessante esempio in questo progetto di Denis Guidone
Gillo Dorfles



:))

8 commenti:

0disse0 ha detto...

WOW davvero bello. Sai? Sto pensando di disegnarne uno per conto mio, quaderno, con OpenOffice o altro programma, produrre il PDF e poi "stamparlo" tramite lulu.com... per vedere quanto costerebbe rispetto alle follie da cartoleria attuali. Il ricavato pensavo di donarlo a qualche associazione benefica per i bambini (niente unicef, sono dei mangiasoldi a livello mondiale...).

paopasc ha detto...

E' come con il linguaggio verbale, quante cose in più si possono pensare grazie a questo strumento?
E qui, il quaderno, ha lo stesso effetto di cattura e liberazione del mondo creativo.

roberta buzzacchino ha detto...

@ 0disse0
bella idea!! tienici aggiornati :)

@paopasc
sono d'accordo, il linguaggio verbale ha bisogno di essere "liberato"!

Anonimo ha detto...

..12 Euro e 50 !!! Io mi prendo il mio quadernone ci scrivo sopra come voglio.
Non è il quaderno che ti fa diventare creativo.

0disse0 ha detto...

mah, in un certo senso si, perché questi folli che vogliono venderti a 25mila lire un quaderno... ti "costringono" ad usare la fantasia ed arrangiarti, io ad esempio per ora rilego fogli di carta A4 riciclata tagliati a metà... e posso vantarmi di avere un quaderno "radical scic"

roberta buzzacchino ha detto...

E'vero, di questi tempi 12 euro e 50 sono tanti, ma io ho comprato Rigolo non perchè mi servivano dei fogli, ma perchè mi ha trasmesso un'emozione.

Rigolo, in tutta la sua semplicità, è stato l'incipit per:
- fermarmi e riflettere
- rileggere alcune pagine dei libri di munari
- pensare a come posso utilizzarlo con i miei nipoti per spiegargli che "Semplicità significa sottrarre l'ovvio e aggiungere il significativo"
- scrivere il post
- ricordare alcuni eventi della mia infanzia
- mettere in moto la mia fantasia che, ovviamente, è sempre libera di posarsi anche su un nobilissimo foglio A4 riciclato

Per me sono stati soldi ben spesi.

0disse0 ha detto...

@Roberta: Vorrei correggere la mia considerazione, non è una critica nei tuoi confronti, ci mancherebbe, ma nei confronti di chi approfittando appunto delle emozioni che suscita un prodotto (io ad esempio posso spendere anche 5 euro per una penna "tecnica"...), vende a 100 quello che dovrebbe essere venduto a 3...

rossella grenci ha detto...

Sei sempre una miniera di informazioni! L'idea di questo quaderno mi piace molto!