13 dicembre 2012

#scriviamoamano per riflettere e creare

in questo periodo sono immersa completamente 
nella scrittura intesa sia come forma che contenuto

lo scorso week end sono stata ad arezzo per 
la lezione di calligrafia che è stata ancor più piacevole
perchè sul nostro tavolo da lavoro, oltre a carta e pennini,
c'era anche La Lettura del Corriere della Sera
dove abbiamo letto l'intervista che Michele Boroni 
ha fatto alla nostra maestra Monica Dengo





















«Con l’avvento della stampa si pensava che la scrittura a mano sarebbe scomparsa — racconta Monica Dengo, calligrafa e ideatrice di corsi di scrittura —. Invece è diventata uno strumento propulsore che ha dato vita a una moltitudine di scritture individuali desiderose di pubblicazione. Allo stesso modo, ora che stiamo gradualmente perdendo la scrittura manuale in favore di quella digitale, ci si rende conto che la calligrafia non serve solo a trasmettere un messaggio, ma anche un bisogno profondo di esprimere la propria specifica, inimitabile personalità»

nell'articolo si parla anche del nostro hastag #scriviamoamano
grazie al quale chi partecipa ai corsi rimane in contatto
con gli altri e magari fa venire un pò di curiosità
a chi non è venuto, ma ci sta pensando... ;)

questo connubio analogico-digitale mi piace molto
penso che renda più variegato quello che faccio
e condividerlo con gli altri mi stimola a fare pratica
e a fare delle scelte in modo più consapevole

per esempio ieri ho scoperto che esiste
l'app whims che permette di scrivere messaggi
utilizzando diversi tipi di lettering e colori

sono stata tentata di scaricarla subito
ma poi mi sono chiesta cosa realmente volevo:
essere veloce e perfetta con l'app, oppure
riflessiva e creativa con la mia mano ?

ho scelto la seconda possibilità e ho scritto
una frase di Rainer Maria Rilke
immaginando prima nella mia mente
la forma di ciascuna parola e poi tracciandone
il segno sul foglio di carta

il risultato non è certo perfetto
ma il piacere nel farlo, quello sì
come ben descrive l'amica luisa carrada

... sperimenti, la differenza tra significato e significante, la parola e la sua forma; con il privilegio di essere tu a forgiarla e a capire che puoi farlo in mille infiniti modi...



e così scrivendo il futuro è subito arrivato!

p.s.
nell'articolo di michele boroni sono citata anche io 
come mind mapper che utilizza la calligrafia 
per scrivere in modo radiale con le mappe mentali

nel prossimo post vi racconterò dei miei esercizi ;)

2 commenti:

Guadagnare con una passione ha detto...

Davvero un ottimo blog.. Mi piace

Sindrome di meniere ha detto...

Mi piace molto come blog complimenti : Staff sindrome di meniere blog