25 marzo 2014

Mind mapping dalla teoria alla pratica

Il 12 aprile un nuovo laboratorio per Architecta
Società italiana di Architettura dell'Informazione 


Quante volte durante la giornata sei impegnato a gestire informazioni per: chiarire le fasi di un progetto; valorizzare i risultati di un gruppo di lavoro; presentare il report di un questionario; creare uno storytelling avvincente; individuare le personas nella strategia di email marketing o più semplicemente organizzare le cose da fare in una giornata in cui non sai da che parte cominciare.

Inizi così a scrivere con il tuo pc e dopo poco ti ritrovi con tutte quelle parole sullo schermo che cominci a spostare. Basta un clic per tagliare, copiare, incollare frasi che salgono e scendono lungo il tuo foglio di vetro. È come costruire un palazzo senza un progetto ben preciso. Sai soltanto che sarà fatto di tanti piani e tu ti sposti da un corridoio all’altro portando mobili da una stanza all’altra. Ben presto però perdi il senso dell’orientamento e tutto ti sembra uguale.

Ora immagina invece di progettare il tuo palazzo su un grande foglio di carta: con la matita tracci degli schizzi, le tue idee lentamente prendono forma scegli di modulare gli spazi che comunicano tra loro senza interruzioni. Non esiste un punto di ingresso privilegiato, tutto è collegato in un fluire naturale. Questa fase di progettazione è importante e non farla potrebbe farti perdere tempo durante la realizzazione del tuo lavoro.



Cogli quindi l’occasione di questo laboratorio per imparare un metodo che ti aiuta a organizzare informazioni. Con il mind mapping puoi organizzare le tue idee non solo con parole ma anche con immagini in modo da visualizzare correlazioni che sarebbe difficile rendere con la scrittura alfabetocentrica, lineare e sequenziale. In questo modo favorisci il processo creativo che richiede un’alternanza tra pensiero logico e analogico.

Il laboratorio è un’occasione per cambiare prospettiva: girare il foglio da verticale ad orizzontale, passare dalla scrittura lineare-alfabetocentrica a quella radiale-sinsemica, utilizzare i colori, liberare la creatività, essere innovativo usando un nuovo spazio di scrittura.



Ricorda di portare con te: documenti di lavoro per iniziare subito a sperimentare il mind mapping, un raccoglitore ad anelli con fogli A4 bianchi senza righe o quadretti, matita, gomma, matite colorate e… tanta curiosità.

Per info e iscrizioni

Nessun commento: