04 marzo 2008

language revolution



sono stati appena pubblicati tre nuovi dizionari collins
che introducono una vera rivoluzione
nell'apprendimento di una lingua straniera
- francese, spagnolo, italiano -
utilizzando la tecnica delle mappe mentali

This new language course harnesses the power of learning expert Tony Buzan’s Mind Maps™ and other proven memory techniques to help you to successfully learn a new language. People are different in so many ways, so why should we all learn at the same rate and using the same method? Some of us think in words whereas others process information better as pictures.
Language learning at school or with other courses is often hampered by a one-size-fits-all approach, usually involving a lot of trying to memorise new words merely by repetition.This course recognises that different people learn best in different ways.

Go ahead - revolutionise your language skills now!




Mind Maps are the most brain-friendly tools with which you can work - when you Mind Map in a foreign language you are Mind Mapping the images, networks, and associations of that language directly into your mind.

Create colourful Mind Maps, full of imagery and association around specific topics to reinforce your ever-expanding vocabulary and understanding and to organise key phrases.


sono troppo curiosa !!
non vedo l'ora di poterli comprare su amazon
se imparo lo spagnolo potrò chiaccherare più facilmente
con il mio amico mapper philippe ;)

e voi che amico avete: francese o spagnolo?

p.s.
per saperne di più
website collins language revolution

5 commenti:

Lorenz ha detto...

Sempre con le lingue, ma con le mappe concettuali, è stato realizzato questo progetto tra scuole elementari di paesi diversi -tra cui l'italia-

Qui alcuni esempi

http://tinyurl.com/3c4x8s

PS: le mappe possono essere navigate (clic sul simbolo mappa, clic sul link)
Ciao

studentefreelance ha detto...

@lorenz

ottimo progetto!

peccato che queste cose non hanno la visibiltà che meriterebbero!

roberta buzzacchino ha detto...

@lorenz

grazie per aver segnalato questo progetto!

ho navigato tra le mappe
e ho trovato molto efficace la versione bilingue, è la prima volta che vedo qualcosa del genere :)

peccato che non si possano usare i colori e le immagini che invece vengono inserite solo come link

ho letto anche alcuni commenti e mi ha colpito in particolare quello dell'avvio delle attività nella scuola di lauria(PZ):

".. E' stato molto divertente, molti hanno pensato subito ai gemelli....poi hanno rappresentato il loro pensiero graficamente. Nella maggior parte degli elaborati si vedono due gruppi di bambini davanti ad un computer distanti tra di loro, separati da una linea al centro del foglio. Una linea curva internet, unisce i due gruppi. Ad un gruppo hanno dato la bandiera italiana, all'altro una bandiera straniera, ma ad entrambi i gruppi una bandiera comune...quella inglese."

mi sembra un'immagine molto significativa e bella!!

in pratica hanno "visualizzato" un concetto, proprio come si fa con le mappe mentali !!

sono convinta che non esista uno strumento unico, perfetto e autosufficiente... la nostra "cassetta degli attrezzi" deve essere il più possibile ricca di metodologie diverse tra loro, sempre nel rispetto del proprio stile cognitivo !!

grazie ancora per la seganalazione

"contraccambio" indicandoti un ottimo lavoro di annarita ruberto che ho avuto il piacere di conoscere attraverso il blog di luca comello
http://lucacomello.blogspot.com/2008/02/vita-e-colore-ai-sistemi-complessi.html

annarita ha realizzato "Mappe Concettuali: Un Percorso Di Ricerca Sull'Acqua"
http://scientificando.splinder.com/

a presto
r

roberta buzzacchino ha detto...

@ studente freelance

sono d'accordo con te!
r

Alessio Sperlinga ha detto...

Ricordo che quando Buzan e' venuto in Italia ha detto che stvano facendo qualcosa per applicare le mappe all'insegnamento della lingua...non vedo l'ora che esca l'inglese