01 aprile 2008

una mind mapper a DONNAèWEB #1



eccomi di ritorno dalla bella versilia
che mi ha accolto con un sole primaverile

ma il vero calore ricco di energia
me lo hanno trasmesso le tante donne
che ho conosciuto a DONNAèWEB
a cominciare da adele marra
anima organizzatrice dell'evento

è stata una giornata intensa
quasi interminabile, piena di emozioni

già altre volte avevo parlato in pubblico
per far conoscere le mappe mentali
ma questa volta mi hanno chiesto:
cos'è una mind map?
chi è un mind mapper?

per illustrare la tecnica ho fatto un esempio concreto

prendendo spunto dalle linee guida di donna è web
ho mostrato il passaggio dalla rappresentazione lineare



a quella radiale nella quale ogni ramo rappresenta
un punto dell'elenco precedente



sono due modi diversi di rappresentare gli stessi concetti

leggendo il lineare si attiva solo l'emisfero sinistro
l'elenco puntato, che ha una struttura statica
con un’inizio ed una fine, neutralizza la creatività
e impedisce al cervello di fare associazioni

leggendo e guardando una rappresentazione radiale, invece,
si attiva anche l'emisfero destro perchè oltre alle parole chiave
ci sono anche i colori, i disegni, il movimento circolare
che inducono la mente a generare nuove associazioni e idee

i rami non sono tre ma quattro
ne ho aggiunto uno per comunicare la mia idea di donna
che esprime la propria identità anche attraverso il web

come sempre ho lasciato un ramo vuoto
perchè chiunque possa aggiugere qualcosa di sè

la rappresentazione radiale del pensiero
è uno strumento in più nella mia cassetta degli attrezzi
il vero vantaggio si ottiene passando dal lineare al radiale
per poi ritornare al lineare e così via
permettendo al pensiero di evolversi

ed è proprio con il concetto di evoluzione
che ho proseguito il mio intervento
raccontando come la mia identità di mind mapper
abbia le sue radici nella scienza della complessità



mostrando la mappa i sistemi complessi
ho spiegato come attraverso questa scienza
abbia compreso, ad esempio, come la mia vita non sia complicata
cioè intricata, difficile, confusa
ma complessa e cioè intrecciata, composta da più parti
che entrano in connessione tra loro

si parla di fenomeni complessi quando
le connessioni non sono lineari
e cioè quando piccole cause possono generare
grandi effetti innimaginabili e imprevedibili

il classico esempio è quello dell'effetto butterfly
il battito d'ali di una farfalla in cina
può provocare un tifone negli usa

ed è proprio quello che è capitato nella mia vita
a novembre 2003, grazie al web, ho scoperto le mappe mentali
a marzo 2008 mi ritrovo a donna è web a spiegare cosa sono!

la scienza della complessità è la scienza
della sorpresa, della meraviglia, della novità
e grazie alle mappe mentali posso rappresentare
il mio pensiero che si sviluppa in modo naturale cioè radiale

in sintesi questo è stato il mio breve intervento
che si è intrecciato con quello di altre donne
creative, connesse e visibili
che vi invito a conoscere

6 commenti:

Alessio Sperlinga ha detto...

Un intervento esemplare, sai se c'e' qualche filmato online ?

roberta buzzacchino ha detto...

grazie per i complimenti :)

purtroppo il video non c'è :(

lucacomello ha detto...

cara Roberta, complimenti!
brava e ricca di stimoli come sempre..

Roberta sg ha detto...

ciao e complimenti. Anto Porfido del donna e web mi ha segnalato il tuo blog e è davvero fantastico! pensare che nella logo, per la riabilitazione dei disturbi dell'apprendimento funzioniamo sempre con le mappe mentali, ma le tue sono più belle e colorate a differenze delle nostre in bianco e nero.... ancora complimenti, roberta

roberta buzzacchino ha detto...

@ luca

grazie, ma anche tu stai facendo grandi cose! ti seguo sempre leggendo il tuo bel blog
http://www.lucacomello.blogspot.com/

a presto :)
r

roberta buzzacchino ha detto...

@ roberta sg

per me la vera potenza delle mappe mentali è proprio nei colori e i bambini lo sanno, siamo noi adulti che abbiamo dimenticato!

allora facciamoci giudare da chi sa seguire le leggi di madre natura !!

spero che anche tu da domani userai pennarelli colorati! fammi sapere come và!

a presto
r